Champagne Collard-Picard Cuvée de Prestige

Parlerò oggi di un’azienda con una data di fondazione abbastanza recente, è infatti nel 1996 che Olivier Collard e Carolina Picard creano la marca “Champagne Collard-Picard” con 11 ettari di vigneti proprietà. Vigneti coltivati con la tecnica della “lutte raisonnée”, che prevede un’utilizzo meno frequente e meno aggressivo degli agenti chimici rispetto alla coltivazione tradizionale.Collard_Picard-brut_prestige
Ho scelto di assaggiare la loro Cuvée Prestige per le caratteristiche peculiari. Si tratta di uno champagne elaborato a partire principalmente da uve Grand Cru e Premier Cru (50% Chardonnay, 25% Pinot Noir, 25% Pinot Meunier) includendo solo le prime spremiture. Non effettua fermentazione malolattica e viene elaborato a partire da vini di riserva con passaggio in botte di legno per 10/15 mesi. Il passaggio sui lieviti dura invece tre anni. Alla vista si presenta con un colore oro scarico, bollicine finissime non troppo numerose. Al naso soprattutto note tostate e lievito. Il gusto è molto pieno, vinoso il giusto, il legno è evidente come anche delle note tostate, l’acidità pronunciata, anche se non invadente. Visto il carattere deciso si può considerare uno champagne da abbinamenti gastronomici, può trovarsi a proprio agio con del pesce o carni bianche in salse saporite, funghi, formaggi a media stagionatura. Questo champagne ad un primo approccio stupisce un po’ per la presenza del legno in maniera netta e per l’acidità pronunciata, il risultato d’insieme è molto personale e deciso, ma non viene dimenticata la piacevolezza. Collard Picard Cuvée Prestige conserva freschezza ed invita all’assaggio.

Leave a Comment