Champagne Michel Loriot brut reserve

Michel Loriot Réserve Brut
Blanc de Noirs – 100% Pinot Meunier

Michel Loriot e sua moglie Martine, si occupano insieme alla figlia Marie, enologa e ultima discendente della famiglia LORIOT (siamo alla decima generazione), e a suo marito Alban, della conduzione della proprietà costituita da 7 ettari di vigne, dislocate in 6 villaggi situati nella Vallée de la Marne, dove coltivano almeno 80% di Pinot Meunier.
LORIOT viene collocato come Vigneron Indépendant.

Con estremo rispetto del terroir, costituito da un suolo calcareo-argilloso, la famiglia LORIOT pratica una “viticulture raisonnée”, ossia una viticoltura che cerca di essere il più possibile naturale, con l’eliminazione dei diserbanti chimici, vendemmia manuale e pressatura soffice con utilizzo del mosto fiore in maggior parte.

Il Blanc de Noirs degustato questa sera è un assemblaggio di vini di riserva, provenienti da diverse annate, e da diversi cru di proprietà.

Champagne Michel Loriot Reserve Brut

Michel Loriot Reserve Brut

Il colore è chiaro nel bicchiere, e il train de bulles sale sottile e continuo.
I profumi sono piacevolmente fruttati ma molto lievi e leggeri.

Quello che colpisce pero’ è l’ampiezza del sorso e la pienezza del frutto ivi contenuto.

Mi sembra di masticarlo questo champagne, talmente fitta e intessuta è la sua trama.
I frutti rossi, con ribes e fragoline, si mescolano a succo di cedro e mela verde.

La morbidezza della bollicina spumeggia in bocca facendo sussultare le papille in modo naturale.

Perfetto se abbinato a dei crudi i mare con sapore sostenuto, ad una tagliata con olio EVO del Garda o anche a del Pata Negra Iberico de Bellota.

Il rapporto qualità/prezzo è straordinario, quasi da tenerne almeno tre bottiglie al fresco…..non si sa mai, le visite a sorpresa potrebbero essere dietro l’angolo e non ci si deve far cogliere impreparati!

Parola di Dame.

Leave a Comment